"Da Picasso a Warhol"    dalla collezione di Carlo F.Bilotti                        

 

ritorna alla pagina artisti

Salvador Dalì

 

    (Figueras, 1904 - 1989)

 

 

 

Metamorfosi di un fiore (Metamorphosis of a Flower),1975

 

In questo dipinto vi sono alcuni dei più ricorrenti motivi di Dalì: il paesaggio desertico, la figura femminile, la metamorfosi.

La scena è tipicamente surrealista e il visionarismo di Dalì raggiunge un’efficacia ed una sintesi estreme. La donna alata è disegnata in maniera filiforme e sinuosa e  regge in mano un bastone con in cima una farfalla; la sua testa è trasformata in un bouquet di fiori come era già avvenuto in Donna con testa di rosa del 1935, in una sorta di trasfigurazione umano-vegetale-zoomorfa: la donna-uccello, la donna-fiore, ma anche, per via della farfalla, il fiore-animale e, a ben guardare, la roccia-animale, giacché il masso a sinistra, sormontato da un bozzolo, presenta un vuoto proprio a forma di farfalla.

La realtà è vista attraverso un filtro onirico, colta nelle sue degenerazioni formali, osservata nel suo collassare verso l’irrazionale: immagini mostruose, prodotti di mutazioni, immagini ambigue, inganni della percezione, spettri dell’immaginazione. Il mondo di Dalì è il mondo del sogno e dell’ossessione, del paradosso visivo, della torbida poesia.

Niente spiegazioni logiche e culturali ma l’abbandono completo ai nonsenso, ai processi dell’assurdo e ai fantasmi della mente. 

Eccessivo, stravagante, contraddittorio Dalì costruisce immagini di un percorso bizzarro e al limite della psicopatia, dimostrandosi un vero maestro di sorprese, di eccentricità, di innovazioni formali. Tutte stranezze che si trovano anche in questa Metamorfosi di un fiore, che per le esagerazioni della figura allungata richiama quella femminile di Giraffa in fiamme (1936-37) mentre per le gambe affusolati e trasparenti fa venire in mente La tentazione di Sant’Antonio (1946) con gli elefanti dalle lunghe e sottili zampe, quasi invisibili.

Vai all'artista seguente in catalogo

 

ritorna alla pagina artisti